Viaggio fotografico: La Magia d’Islanda

2 – 10 Ottobre 2021

Dove?
ISLANDA

Quando?
2-10 Ottobre 2021

Quota di iscrizione
contattaci

Introduzione al Viaggio

Circondata da un mare ruggente, dominata da vulcani ancora in attività e a un passo dal Circolo Polare Artico, l’Islanda è una terra dai forti contrasti. Chiamata la terra “di ghiaccio e di fuoco” non a caso, presenta scenari lunari con immense distese di sabbia nera di origine lavica, alternati a cascate imponenti e ghiacciai maestosi, da cui enormi blocchi di ghiaccio si staccano per fluttuare verso il mare. Questi contrasti si riflettono anche sull’aspetto metereologico dell’Isola: spesso, nell’arco di una sola giornata, si possono alternare pioggia, neve e sole. Nasce da qui il detto islandese “se non ti piace il tempo adesso, aspetta 5 minuti”.
Dalla Penisola dello Snaefellsness, con la sua montagna simbolo (Kirkjufell), passando per Skogar, Vik, la famosa Baia dello Jokulsarlon, fino ad arrivare sulla costa opposta ad Hofn, un susseguirsi di meraviglie naturali e panorami mozzafiato ci accompagnerà nel nostro peregrinare lungo la N1, la strada principale che per lunghi tratti fiancheggia il mare, accompagnati dalla presenza costante del vento, capace di rendere i colori e il cielo di questo luogo unici al mondo.

Sospeso a metà tra estate e inverno, Ottobre è un mese unico per l’esperienza di un viaggio in Islanda: le giornate iniziano ad accorciarsi, pur donando ancora 11 ore di luce, permettendo al tempo stesso sia spostamenti agevoli che anche molto tempo da dedicare alle sessioni fotografiche sia diurne che notturne, nonchè per avvistare l’aurora boreale.

Mediamente il meteo è ancora discretamente stabile. Le giornate sono spesso asciutte e le strade ancora perfettamente percorribili. In piu è il periodo ideale per avvistare i rari colori autunnali che solo in questo mese caratterizzano alcune parti dell’isola.

A chi è rivolto il Viaggio

Il viaggio è rivolto a tutti, in quanto gli spostamenti saranno in auto e i tratti di cammino molto brevi e semplici.

In caso di meteo avverso, potremmo sempre avvalerci della struttura che ci ospiterà, non lontana dai luoghi fotografici prescelti di volta in volta, per dedicarci alla revisione degli scatti, alla post produzione, e ai breafing per le sessioni fotografiche seguenti.

Il clima islandese è soggetto a forte variabilità nell’arco di poco tempo e il mese di Ottobre potrebbe già risultare a tratti freddo. Si consiglia quindi un vestiario adeguato a clima autunnale e al forte vento, nonchè coperture resistenti alla pioggia, sia personali che per l’attrezzatura fotografica. Le lenti fotografiche necessarie sono sia il grandangolo sia il teleobiettivo, e non dovrà mancare un cavalletto robusto.

Programma

Giorno 1
Arrivo all’aeroporto di Keflavik** e partenza in gruppo verso la Penisola dello Sanefellsness e la cittadina di Grundafjordur.

Sistemazione in Hotel, breve breafing conoscitivo e presentazione del viaggio, cena e serata libera. Nel caso in cui vi sia l’aurora boreale, potremo effettuare la prima sessione fotografica per immortalarla.

** Al fine di un’ottimale svolgimento del programma è necessario che l’arrivo all’aeroporto internazione di Keflavik avvenga non oltre le 15:30.

Giorno 2
Sessione fotografica all’alba presso uno dei simboli più conosciuti d’Islanda, il monte Kirkjufell, circondati da uno scenario idilliaco tra cascate e oceano. Dedicheremo poi la giornata alla scoperta di questa bella penisola soprannominata “piccola Islanda” e di tutti i punti fotografici migliori lungo la costa, fino al tramonto.

Cena libera e pernottamento in Hotel. Serata dedicata alla discussione degli scatti realizzati o, condizioni permettendo, a fotografare l’aurora boreale.

Giorno 3
Qualora fosse ancora attivo, ci trasferiremo nella zona del vulcano Fadragalsjall e dedicheremo la giornata interamente all’esplorazione del vulcano.

In caso contrario ci trasferiremo presso il “Golden Circle”, così denominato in quanto racchiude in pochi km molte delle meraviglie islandesi più famose quali cascate (tra cui Gullfoss, una delle più grandi d’Europa), geyser e il parco di Thingvellir (dove cammineremo incredibilmente tra due placche tettoniche, quella Americana e quella Euroasiatica).

Pernottamento e cena libera in Hotel nei pressi di Geysir e serata dedicata alla discussione degli scatti realizzati o, condizioni permettendo, a fotografare l’aurora boreale.

Giorno 4
Sessione fotografica all’alba e successivo trasferimento verso sud in direzione di Vik, la perla della costa meridionale Islandese. Lungo la strada due tra le più spettacolari cascate del Paese: la meravigliosa Seljalandsfoss, dove potremo arrivare ad ammirarla fin dietro al getto della cascata (**), e l’imponente Skogafoss, una delle maggiori cascate d’Islanda.

Sessione al tramonto lungo la selvaggia costa frastagliata di Vik e dei suoi spettacolari promontori.

Pernottamento e cena in Hotel a Vik, e serata dedicata alla discussione degli scatti realizzati o, condizioni permettendo, a fotografare l’aurora boreale.

** E’ altamente consigliato avere con se un paio di ramponcini a punta corta, facilmente reperibili online o nei negozi specializzati. Contattaci eventualmente per richiederci consigli.

Giorno 5
A partire dall’alba sfrutteremo le innumerevoli location fotografiche che offre la zona di Vik, dalle nere spiagge di Reynisfjara alla scogliera di Dyrolhaey. Nel tardo pomeriggio ci sposteremo verso la location più conosciuta, fotografata e incredibile di tutta l’isola, la Baia glaciale dello Jokulsarlon.

Pernotteremo il più vicino possibile per sfruttare al meglio le occasioni fotografiche ed esplorare la zona il più comodamente possibile. Serata dedicata alla discussione degli scatti realizzati o, condizioni ermettendo, a fotografare l’aurora boreale.

Giorno 6
Alba dedicata alla spiaggia antistante la Baia, sulla quale si arenano blocchi di ghiaccio di ogni forma provenienti dal ghiacciaio del Vatnajokull, la quarta massa glaciale più grande del Mondo per dimensioni. Durante il giorno esploreremo la zona e visiteremo Fjallsarlon, un’altra piccola Baia glaciale poco distante dallo Jokulsarlon, ma non meno spettacolare, dove ci troveremo ancora più vicino alla parete glaciale.

In questa giornata sarà possibile effettuare un’escursione opzionale privata per visitare la principale attrazione dell’Inverno Islandese: le grotte di ghiaccio che si formano a ridosso del ghiacciaio del Vatnajokull, e che a Marzo-Aprile raggiungono il culmine della cristallizzazione che ne conferisce il caratteristico colore blu, rendendo questo periodo l’ideale per ammirarle in tutto il loro splendore.

Pernottamento in Hotel e cena libera nei pressi della laguna. Serata dedicata alla discussione degli scatti realizzati o, condizioni permettendo, a fotografare l’aurora boreale.

Giorno 7
Dopo una nuova alba nei pressi della Baia di Jokulsarlon ci trasferiremo a Hofn e alla vicina penisola di Stokksness, famosa per il monte Vestrahorn. La sua forma unica e il contesto naturale della baia l’hanno resa negli anni una delle icone più fotografate dell’isola, ammirabile con ogni condizione meterologica: circondata da una spiaggia di sabbia nera, dominata da dune e affacciata sul mare, diventa il soggetto fotografico perfetto da ogni angolazione.

Pernottamento e cena libera a Hofn e serata dedicata alla discussione degli scatti realizzati o, condizioni permettendo, a fotografare l’aurora boreale.

Giorno 8
Giornata dedicata al lungo rientro verso Reykjavik. Lungo la via del ritorno avremo la possibilità di effettuare alcune soste brevi non solo per spezzare il viaggio, ma anche per immortalare location secondarie in cui non avremo avuto tempo e modo di fermarci all’andata.

Infine, data l’abbondanza di opzioni a disposizione, in base alle condizioni meterologiche previste, il tour leader deciderà dove dedicare l’ultima sessione del tramonto.

Pernottamento e cena libera in zona dell’aeroporto internazionale di Keflavik.

Giorno 9
E’ tempo di saluti e di dirigerci all’aeroporto internazionale di Keflavik per i voli di rientro verso l’Italia.

Disclaimer

Ti consigliamo vivamente di stipulare un’assicurazione sanitaria e di viaggio. La tua assicurazione medica e il tuo sistema sanitario nazionale potrebbero non coprirti mentre sei all’estero.

Le attività del tour sono strettamente dipendenti dalle condizioni metereologiche, pertanto il programma indicato potrebbe subire variazioni non prevedibili.